Produzioni video

Storie di lotte e deportazione

Questo programma nasce dalla collaborazione con la Survivors of The Shoah Visual History Foundation di Los Angeles, costituita da Steven Spielberg, che ha raccolto in 57 paesi più di 50.000 interviste a testimoni che hanno vissuto l’esperienza della persecuzione nazista e fascista, della deportazione, dello sterminio.
Per quanto riguarda l’Italia è questo il secondo programma a essere realizzato e si occupa di vicende e situazioni riferite al Piemonte.
Delle molte drammatiche storie, degli sconvolgenti destini raccontati davanti alla telecamera in moltissime ore di registrazione, saranno proposti solo alcuni frammenti, scelti fra quelli che meglio evocano l’esperienza generale.
Dopo una premessa, sui ricordi di vita ebraica negli anni Venti e Trenta, irrompe il racconto della violenta, sorprendente e sconvolgente frattura rappresentata dalle leggi razziali del 1938, a cui segue il periodo incerto della guerra, fino agli anni 1943/45, in cui la persecuzione assume il volto della volontà di sterminio e i destini drammaticamente si divaricano: chi viene deportato, chi riesce in qualche modo a nascondersi e a fuggire, chi sceglie la strada della Resistenza, con tutti i rischi che anch’essa comporta. Esemplari i destini di Primo Levi e di Luciana Nissim, catturati come partigiani e deportati come ebrei.

Regia
Giovanna Boursier, Pier Milanese

Montaggio
Monica Affatato

Coordinamento e supervisione
Paola Olivetti
con la collaborazione di
Doris Felsen Escojido, Anna Segre

Con il contributo e la partecipazione di
Consiglio regionale del Piemonte
Città di Torino

This is a unique website which will require a more modern browser to work! Please upgrade today!